Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - opere

Opere

Alessandro Solbiati
Mari
(1997)
per fl., cl., vl., vcl. e pf.


Durata: 15:00
1 Esecuzione: Conservatorio di Musica - Torino - 10/1997

Scritto nel 1997 su commissione del Ministero della Cultura Francese ed eseguito per la prima volta integralmente a Parigi dall'Ensemble Alternance, Mari si compone di due movimenti di analoga ampiezza.
Nel primo, che prevede l'assenza del violoncello, due brevi situazioni subito contrapposte, l'una un Corale sommesso per flauto, clarinetto e violino, e l'altra una breve sequenza melodica affidata alla cordiera del pianoforte, vengono alternatamente più volte variate.
Le sei diverse situazioni che scaturiscono mantengono tutte una certa leggerezza ed una sorta di "medietas" espressiva.
Ben diverso il secondo movimento: il violoncello irrompe, divenendo strumento concertante, riverberato o contrastato dal clarinetto ora basso, le tinte diventano molto più forti, i caratteri più marcati, i registri utilizzati violentemente contrapposti.
Il movimento è diviso in due zone nettamente contrapposte: la prima, tutta basata su agogiche "movimentate" ("Con fuoco", "Fluido, scivoloso", "Presto funebre" etc.), vede una sequenza iniziale di sei suoni divenire materiale per sette successivi sviluppi sempre più incalzanti, mentre la seconda, lentissima e sognante, consiste nella progressiva accumulazione di elementi melodici e polifonici sopra i rintocchi isocroni e progressivamente ascendenti del pianoforte.
(Alessandro Solbiati)