Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - opere

Opere

Giacinto Scelsi
Divertimento n. 3
(1955)
per Violino solo


Durata: 12:00
Editore: Salabert
1 Esecuzione: Ginevra - 1958

Il Divertimento III appartiene alla cosiddetta "seconda maniera" di Giacinto Scelsi, databile a partire dagli anni '50, quando iniziano a delinearsi i tratti più originali di questo compositore estraneo alle principali correnti del '900, superate le prime esperienze legate al futurismo e, per breve tempo, alla dodecafonia (si dovranno però attendere le opere della piena maturità per trovare la sua cifra compositiva definitivamente assestata su quelle posizioni che lo hanno imposto all'attenzione mondiale come un geniale innovatore e precursore di alcune tematiche inerenti al suono fondamentali nell'ultimo scorcio di secolo. L'esplorazione della "profondità" e della "sfericità" del suono, perseguita tra l'altro con l'uso dei microtoni).
Riguardo al Divertimento, potrà risultare interessante riportare alcune osservazioni frutto del lavoro diretto con l'A. Particolarmente nei primi due movimenti, l'espressività dell'arco deve raggiungere un'estrema varietà coloristica: la normale escursione dinamica è per lui insufficiente. Ciò si ottiene attraverso le inflessioni dell'arco e per mezzo delle "curve", un movimento ondulato dell'arco anche sulla stessa nota, nello spazio compreso tra due corde adiacenti. Anche il vibrato deve essere variato continuamente. Scelsi poi aveva chiarissimo il suono desiderato anche nei colpi d'arco: nel terzo movimento richiedeva uno staccato "aspro e grottesco", mentre nel quarto aveva volutamente complicato le legature al fine di produrre un'asimmetria di ardua realizzazione quanto di grande efficacia espressiva. (Enzo Porta)