Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - compositori - francesco scagliola - biografia

Compositori

- bio - works
Francesco Scagliola
Francesco Scagliola - Biografia
Bari, 1971

E-mail: fscagliola@libero.it
Prima copia
o dell'assenza

Clause Mates. El Mar del Tiempo (2000)
per supporto digitale
Studia presso il conservatorio della propria città, dove si diploma con il massimo dei voti in Pianoforte (Ceci), Composizione (Rotili, Putignano) e Musica elettronica con A. Di Scipio, che ne influenza maggiormente la formazione con la sua peculiare visione utopica. Nel 1998 consegue il diploma di Specialista in Informatica Musicale presso "Tempo Reale", il centro di ricerca, produzione e didattica musicale allora diretto da L. Berio. Lì studia, tra gli altri, con D. Arfib, G. Cospito, R. Doati, D. Rocchesso, S. Sapir, M. Tadini, A. Vidolin. Si perfeziona in composizione sotto la guida di A. Corghi sia presso l'Accademia Musicale Chigiana (dove nell'estate del 2001 gli vengono assegnate due borse di studio tra cui la borsa "Emma Contestabile") che presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia dove consegue il diploma di perfezionamento in Composizione nell'anno 2002/2003.
Suoi lavori sono stati presentati in varie occasioni, tra le altre:
"Festival Internazionale di Musica Contemporanea" (L'Aquila, 1996), "Festival Musica e Colore" (Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Torino, 1996), "VIII Jornadas Internacionales de Musica Electroacustica" (Cordoba - Argentina, 1997), "I concerti di Tempo Reale" (Firenze, 1998), "Corpi del Suono '98" (L'Aquila, 1998), "XII CIM" (Gorizia, 1998), "Futura99" (Crest - Francia, 1999), "Ruido." (Messico, 1999), "XIII CIM" (L'Aquila, 2000), "Rive-Gauche Concerti" (Torino, 2001), "Inventionen" (Berlino, 2002), "Warsaw autumn" (Varsavia, 2002).
..e c'è il risvolto della luce, lavoro cameristico per sei strumenti è stato inciso per Edizioni Musicali Cavalieri (1997). Non d'atro et tempestoso notturno per flauto in do, violoncello, nastro magnetico e live electronics è stato realizzato presso "Tempo Reale" (1998). Edit_H, brano per supporto digitale, è stato inciso per le Edizioni Ars Publica (1998). La Guinea, pezzo per nastro magnetico, è stata incisa per le Edizioni Tracce (1999). Una sua versione di Imaginary Landscape N. 5 di John Cage è stata trasmessa da Rai Radio 3. Ha curato per la casa editrice BMG Ricordi la rimasterizzazione del nastro ADAT di Giacomo Manzoni Quanta Oscura Selva Trovai. Impegnato nella ricerca musicale, affronta i problemi legati alla
modellazione informatica dei processi compositivi e alla modellazione informatica del live electronics. Proprio nell'ottica della ricerca dell'interazione uomo-macchina fonda assieme a Michele Lomuto un duo trombone ed elettronica interattiva. Il progetto utilizza repertorio già esistente e, contestualmente, tende a favorire la nascita di nuove opere
grazie alla collaborazione con gli stessi compositori (tra gli altri: Corghi, Di Scipio, Manzoni e Tedde).
Vincitore di borsa di studio dell'Istituto degli Studi Filosofici Italiani in collaborazione con la rivista "Sonus" (1997). Membro del comitato di lettura dell' ICMC (Conferenza Internazionale di Computer Music) 2001. Invitato, ha tenuto diverse conferenze e seminari; tra cui: "Teoria e prassi della musica nell'era dell'informatica" (IMP "Paisiello" Taranto, 2002), "La Storia Elettrica: i percorsi (im)possibili della musica elettronica" (SILENCE 2002, Bari, 2002), "La costruzione dello spazio in Quanto oscura selva trovai di G.Manzoni per trombone e live electronics" (VII scuola di musica e filosofia di Maratea, 2002), "Analisi della musica elettroacustica" (Corso Superiore Sperimentale Triennale di Analisi Musicale presso il Conservatorio di Bari). Suoi articoli e contributi appaiono, tra gli altri, su Journal of New Music Research (2002), AICA 2002 e Understanding and Creating Music 2002 e XIV CIM 2003. Nel 1999 ha insegnato in qualità di Docente di Musica Elettronica per il progetto MAHLER, iniziativa della Comunità Europea per l'occupazione e la valorizzazione delle risorse umane. Dall'anno scolastico 2000/2001 è docente di Musica Elettronica dapprima presso il Conservatorio di Torino e in seguito presso il Conservatorio di Bari, dove tuttora insegna. Dal 2001 collabora con l'Accademia Musicale Chigiana dove è assistente per l'elettronica interattiva di Luis Bacalov (Composizione per film), Azio Corghi e Giacomo Manzoni (Composizione).
Aggiornato a 06/2004